Lesezeit: 6 Minuten

Lesen und hören Sie das Evangelium und das Wort vom 22. Juni 2023

Donnerstag der 11. Woche der Feiertage im Jahreskreis

Erste Lesung

Vi ho annunciato gratuitamente il vangelo di Dio.

Aus dem zweiten Brief des Apostels Paulus an die Korinther
2Kor 11,1-11
 
Fratelli, se soltanto poteste sopportare un po’ di follia da parte mia! Ma, certo, voi mi sopportate. Io provo infatti per voi una specie di gelosia divina: vi ho promessi infatti a un unico sposo, per presentarvi a Cristo come vergine casta.

Temo però che, come il serpente con la sua malizia sedusse Eva, così i vostri pensieri vengano in qualche modo traviati dalla loro semplicità e purezza nei riguardi di Cristo.

Infatti, se il primo venuto vi predica un Gesù diverso da quello che vi abbiamo predicato noi, o se ricevete uno spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un altro vangelo che non avete ancora sentito, voi siete ben disposti ad accettarlo.

Nun glaube ich, dass ich diesen „Superapostel“ in nichts nachstehe! Und selbst wenn ich ein Laie in der Kunst des Sprechens bin, so bin ich doch kein Laie in der Lehre, wie wir vor Ihnen in jeder Hinsicht bewiesen haben.

O forse commisi una colpa abbassando me stesso per esaltare voi, quando vi ho annunciato gratuitamente il vangelo di Dio?

Ho impoverito altre Chiese accettando il necessario per vivere, allo scopo di servire voi. E, trovandomi presso di voi e pur essendo nel bisogno, non sono stato di peso ad alcuno, perché alle mie necessità hanno provveduto i fratelli giunti dalla Macedònia.

In ogni circostanza ho fatto il possibile per non esservi di aggravio e così farò in avvenire. Cristo mi è testimone: nessuno mi toglierà questo vanto in terra di Acàia! Perché? Forse perché non vi amo? Lo sa Dio!

Gottesschwert.
 

Antwortpsalm
Aus Psalm 110 (111)

R. Die Werke deiner Hände sind wahr und richtig.

Ich werde dem Herrn von ganzem Herzen danken,
unter den rechtschaffenen Männern, die sich versammelt hatten.
Groß sind die Werke des Herrn:
Mögen diejenigen, die sie lieben, sie suchen. R.
 
Seine Tat ist großartig und majestätisch,
la sua giustizia rimane per sempre.
Er hinterließ eine Erinnerung an seine Wunder:
barmherzig und gnädig ist der Herr. R.
 
Die Werke seiner Hände sind Wahrheit und Recht,
stabil sind alle seine Befehle,
unveränderlich im Laufe der Jahrhunderte, für immer,
mit Wahrheit und Gerechtigkeit ausgeführt werden. R.
 

Zuruf zum Evangelium

Halleluja, Halleluja.

Avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi,
per mezzo del quale gridiamo: «Abbà! Padre!». (Rm 8,15bc)

Alleluja.

Das Evangelium vom 22. Juni 2023

Also betest du so.

Preghiera Padre Nostro
La Parola del 22 giugno 2023 7

Aus dem Evangelium nach Matthäus
Mt 6,7-15
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.

Also betest du so:

Padre nostro che sei nei cieli,
geheiligt sei dein Name,
Komm dein Reich,
Dein Wille geschehe,
wie im Himmel so auf Erden.

Unser tägliches Brot gib uns heute,
und vergib uns unsere Schuld
wie wir auch unseren Schuldnern vergeben,
und überlass uns nicht der Versuchung,
sondern erlöse uns von dem Bösen.

Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».

Wort des Herrn.

Tertullian (155? – 220?)

Theologe

Gebet, 1-10 (übersetzt von cb© evangelizo)

Gottes Wille geschehe in uns!

E’ evidente che nessun ostacolo può impedire alla volontà di Dio di compiersi; non le auguriamo più successo nell’eseguire i suoi disegni, ma chiediamo che la sua volontà sia fatta in tutti. Nell’immagine di carne e spirito, siamo noi, designati da cielo e terra.

Ma, è ovvio, la natura della domanda resta, cioè, che la volontà di Dio si compia in noi sulla terra, affinché possa compiersi in noi in cielo. Ora, la volontà di Dio, quale è, se non che seguiamo le vie del suo insegnamento? Lo supplichiamo quindi di comunicarci la sostanza e l’energia della sua volontà, affinché siamo salvati sulla terra e in cielo, poiché la sua volontà essenziale è salvare i figli che ha adottati.

Questa volontà di Dio, il Signore l’ha realizzata con la parola, l’azione e il dolore. In questo senso ha detto che non faceva la sua, ma la volontà del Padre. Non c’è dubbio che faceva non la sua volontà, ma quella del Padre; questo è anche l’esempio che oggi ci dà: predicare, lavorare, soffrire fino alla morte. Per compierlo abbiamo bisogno della volontà di Dio.

Dicendo: “Sia fatta la tua volontà”, noi ci rallegriamo del fatto che la volontà di Dio non sia mai un male per noi. Inoltre, con queste parole ci incoraggiamo di fronte alla sofferenza. Il Signore, per mostrarci in mezzo alle angosce della Passione che provava anche lui la debolezza della nostra carne, disse: “Padre, allontana questo calice”.

Poi si ravvide: “Non sia fatta la mia, ma la tua volontà” (Lc 22,42). Era lui stesso la volontà e la potenza del Padre; ma, per insegnarci a pagare il debito del dolore, si ridona interamente alla volontà del Padre.

WORTE DES HEILIGEN VATERS

La preghiera del “Padre nostro” affonda le sue radici nella realtà concreta dell’uomo.

Ad esempio, ci fa chiedere il pane, il pane quotidiano: richiesta semplice ma essenziale, che dice che la fede non è una questione “decorativa”, staccata dalla vita, che interviene quando sono stati soddisfatti tutti gli altri bisogni. Semmai la preghiera comincia con la vita stessa.

La preghiera – ci insegna Gesù – non inizia nell’esistenza umana dopo che lo stomaco è pieno: piuttosto si annida dovunque c’è un uomo, un qualsiasi uomo che ha fame, che piange, che lotta, che soffre e si domanda “perché”. […] Gesù, nella preghiera, non vuole spegnere l’umano […].

Er möchte nicht, dass wir die Fragen und Bitten abschwächen, indem wir lernen, alles zu ertragen. Stattdessen möchte er, dass alles Leid, alle Unruhe in den Himmel springt und zum Dialog wird. (Die breite Masse, 12. Dezember 2018)

Vangelo del giorno
Das Evangelium des Tages
Das Wort vom 22. Juni 2023
Loading
/.

Helfen Sie uns zu helfen!

La Parola del 22 giugno 2023 5
Mit Ihrer kleinen Spende zaubern wir jungen Krebspatienten ein Lächeln

Neueste Artikel

mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024
Eugenio e Nicola in palestra
12. April 2024
Preghierina del 12 aprile 2024
moscerini al tramonto in un campo fiorito
12. April 2024
Un’armonia mi suona nelle vene
persone camminano
12. April 2024
Gib mir Zeit!

Kommende Veranstaltungen

×