Doba čtení: 5 minut

Přečtěte si a poslouchejte Slovo z 25. června 2022

Neposkvrněné Srdce Panny Marie, paměť

První čtení

Gioisco pienamente nel Signore.

Z knihy proroka Izajáše
Je 61,9-11

Jejich rodová linie bude mezi lidmi známá,
jejich potomci mezi národy.
Ti, kteří je uvidí, je poznají
že jsou rodem požehnaným Pánem.

Plně se raduji v Pánu,
la mia anima esulta nel mio Dio,
protože mě oblékl do šatů spásy,
zahalil mě do pláště spravedlnosti,
come uno sposo si mette il diadema
a jako nevěsta se zdobí drahokamy.

Neboť jako země rodí své výhonky
e come un giardino fa germogliare i suoi semi,
così il Signore Dio farà germogliare la giustizia
a chválit přede všemi lidmi.

Boží slovo.

Responzorský žalm
1Sam 2,1,4-8

R. Mé srdce jásá v Pánu, mém spasiteli.

Mé srdce se raduje v Pánu,
moje síla stoupá díky mému Bohu.
Má ústa se otevírají proti mým nepřátelům,
protože se raduji z tvé spásy. R.

Luk silných se zlomil,
ale slabí se oblékli silou.
Plní se prodali za bochník chleba,
hladoví to přestali dělat.
Ta neplodná rodila sedmkrát
a ten bohatý na děti uschl. R.

Il Signore fa morire e fa vivere,
jít dolů do pekla a vrátit se nahoru.
Pán činí chudým a obohacuje,
nižší a vyšší. R.

Pozdvihni slabé z prachu,
vyzvednout chudé z odpadků,
aby seděli se šlechtici
a udělit jim trůn slávy. R.

Aklamace evangelia

Aleluja, aleluja.

Beata la Vergine Maria:
custodiva la parola di Dio,
meditoval o tom ve svém srdci. (Srov. Lukáš 2,19)

Aleluja.
 

Evangelium

Tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo.

La Parola del 25 giugno 2022
Slovo z 25. června 2022 3

Dal Vangelo secondo Luca
Lukáš 2,41-51

I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa.

Ale po dnech, když se vrátili na cestu zpět, chlapec Ježíš zůstal v Jeruzalémě, aniž by si to jeho rodiče uvědomovali. V domnění, že je ve skupině, cestovali jeden den a pak ho začali hledat mezi svými příbuznými a známými; Když ho nenašli, vrátili se do Jeruzaléma, aby ho hledali.

Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.

Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.

Sestoupil tedy s nimi, přišel do Nazareta a byl jim poddán. Jeho matka uchovávala všechny tyto věci ve svém srdci.

Slovo Páně.

Saint John Eudes (1601-1680)

sacerdote, predicatore, fondatore di istituti religiosi

Obdivuhodné srdce, kniha 11, kapitola 2

"Tady je tvoje matka!"

Maria ci vede e ci ama in certo modo come suo figlio e come fossimo suoi figli, che hanno questa gloriosa qualità per due ragioni. Prima di tutto perché, essendo madre del Capo, della testa, ella è di conseguenza madre delle membra (cfr Col 2,19).

Poi perché il Salvatore, sulla croce, ci ha consegnati a sua madre come figli. Ce l’ha data non solo come regina e sovrana, ma nella qualità più vantaggiosa per noi che si possa immaginare, cioè in qualità di madre, dicendo ad ognuno di noi ciò che ha detto al discepolo prediletto: “Ecco la tua madre!”.

E ci dà a lei, non come servitori o schiavi, cosa che sarebbe un grande onore per noi, ma come figli. “Ecco il tuo figlio!”, le dice, parlando di ognuno di noi nella persona di san Giovanni, come se le dicesse: “Ecco le mie membra che ti do perché siano tuoi figli; li metto al mio posto, affinché li custodisci come fossi io e li ami con lo stesso amore con cui mi ami; amali come io li amo”.

Madre di Gesù, ci guardi e ami come tuoi figli e come fratelli del tuo figlio Gesù, con lo stesso cuore; e ci ami ed amerai per sempre con lo stesso amore con cui ami lui. Perciò, fratelli miei, ricorrete a quel cuore della madre più caritatevole, in tutti i vostri bisogni, necessità, perplessità ed angustie.

E’ un cuore che veglia sempre su di noi e sulle più piccole cose che ci riguardano. E’ un cuore tanto pieno di bontà, dolcezza, misericordia e generosità, che nessuno mai di coloro che l’hanno invocato con umiltà e fiducia ne è tornato senza consolazione.

SLOVA SVATÉHO OTCE

Nella famiglia di Nazareth non è mai venuto meno lo stupore, neanche in un momento drammatico come lo smarrimento di Gesù: è la capacità di stupirsi di fronte alla graduale manifestazione del Figlio di Dio.

È lo stesso stupore che colpisce anche i dottori del tempio, ammirati «per la sua intelligenza e le sue risposte» (v. 47).

Ma cos’è lo stupore, cos’è stupirsi? Stupirsi e meravigliarsi è il contrario del dare tutto per scontato, è il contrario dell’interpretare la realtà che ci circonda e gli avvenimenti della storia solo secondo i nostri criteri. (Angelus, 30 dicembre 2018)

Vangelo del giorno
Evangelium dne
Slovo z 25. června 2022
Loading
/

Darujte svých 5x1000 našemu sdružení
Nic vás to nestojí, pro nás to má velkou cenu!
Pomozte nám pomoci malým onkologickým pacientům
píšete:93118920615

Poslední články

dare, porgere fiori
18 Aprile 2024
Creato per amare gli altri
cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
17. dubna 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17. dubna 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17. dubna 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo

Připravované akce

×