Doba čtení: 4 minuty

Myšlenka na moji svatbu

souhrn

L’amore

Era il 28 maggio.

Bylo to 28. května 2005, přibližně touto dobou, kdy jsme se poprvé setkali.
Benevento fu il nostro nido d’amore, dove già adulti, ci baciammo come due adolescenti.

A kolemjdoucí dítě nás také obvinilo, že jsme bezskrupulózní.
A 40 anni per un puerile e pudico bacio sulle labbra… vabbè. Lo accettammo come buon segno premonitore.

E così fu: la scintilla diventò fuoco, il fuoco divampò nelle nostre vene e nei nostri cuori.

Sigillammo questo fuoco con la fede: non con fiori e candele, non con un metallo prezioso al dito, ma con la certezza del cammino insieme, ovunque il Signore ci avesse condotti, in ogni circostanza Dio ci avesse voluti, nella gioia e nel dolore che Gesù ci avesse donato.

Da quel fuoco nacque il nostro primogenito, maschio, sano, bello, vivace: piaceva molto a Dio.

Eugene: dobře narozený, dobrého narození. Ušlechtilého původu. Zde je jeho jméno.
Si capiva dal fuoco che aveva negli occhi e dalla dolcezza del suo cuore.

Eugenio attese 5 anni la nascita di suo fratello, o sua sorella.
Dio gli mise accanto una sorella, sestra, ten, kdo by ho byl doprovodil k oltáři.
All’altare dello stesso Dio che lo mise nel mondo, lo stesso Dio innamorato di lui che lo rivolle accanto a sé.

Dio poi un giorno ci chiese: “posso far ritornare qua Eugenio?
Odpověděli jsme mu s chvilkovým zaváháním: „Jistě, Pane, staň se vůle tvá, ne naše“.
Dio poi aggiunse: “vi lascerò tanta fede, tanto amore e tanti amici così da essere una famiglia.

Eccoli. La nostra famiglia. La famiglia di sangue e la famiglia d’amore. Insieme.
Insieme qui, e insieme distanti ma collegati col cuore.

Dio ci ha permesso di conoscere tanti nuovi amici, che si sono dimostrati molto forti, anche nel periodo più forte della nostra vita.

Na naši cestu Pán umístil několik jemných, tichých, téměř neviditelných sloupů, ale přítomných, když je nejvíce potřebujeme: a tak jsme objali Svatý otec, che ci ha anche onorato di un suo telegramma speciale.

E abbiamo sentito il suo amore sulla nostra pelle, l’amore del Padre, la tenerezza di una persona di famiglia.

Monsignore Sapienza Řekl: "il Santo Padre pensa tutti i giorni ad Eugenio
A my vám říkáme, milovaní František: "noi preghiamo tutti i giorni per te, e siamo certi che anche Eugenio ti pensa tutti i momenti“.

Abbiamo conosciuto l’amore, l’amore di Padre, l’amore del Padre.
E l’amore è diventato forza, l’amore è diventato roccia, la roccia su cui è costruita una famiglia.
Una famiglia d’amore.

Nei 13 mesi più difficili, più intensi della nostra vita abbiamo sentito l’amore di Dio sulla nostra pelle, abbiamo sentito la fede scorrere nelle nostre vene, e abbiamo rimesso nelle sue mani misericordiose ogni attimo di gioia che trascorrevano insieme.

Tanto amore ci siamo scambiati: amore che durerà per l’eternità.

Rodina a přátelé nás během nejtěžších 13 měsíců našeho života drželi blízko.
E noi oggi, come sempre sarà, li stringiamo forte a noi, e sigilliamo il nostro amore, l’láska Boží per noi con tutti voi.

Al nostro fianco ci sono Eugenio, Francesca, Teresa, Nadia, Vincenzo e Nicola.

Ma qui sull’altare, di fronte a Dio e al nostro fianco ci siete tutti voi.

Voi e noi collegati con il cuore.

Noi tutti collegati al cielo con quel filo sottile ma forte che si chiama amore.

E questo filo mai si spezzerà.

Vždy a navždy spojeni.

Pensiero per il mio matrimonio
Giuseppina, Eugenio, Francesca, Remigio Ruberto – sabato 28 maggio 2022


Darujte svých 5x1000 našemu sdružení
Nic vás to nestojí, pro nás to má velkou cenu!
Pomozte nám pomoci malým onkologickým pacientům
píšete:93118920615

Poslední články

rana, animale, frog
19. dubna 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19. dubna 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19. dubna 2024
Připomínám!
miracolo eucaristico, eucaristia
19. dubna 2024
Slovo z 19. dubna 2024
Eucaristia
18. dubna 2024
Modlitba ze dne 18. dubna 2024

Připravované akce

×