Doba čtení: 4 minuty

Čtěte a poslouchejte: kolotoč Cesenatico

Ahoj přátelé a drazí přátelé z vaší Francesca Ruberto

Dnes jsem vám četla tuto pohádku z knihy "Pohádky do telefonu" od Gianni Rodari

Gianni Rodari

Giovanni Francesco Rodari, detto Gianni[1] (pronuncia Rodàri, /roˈdari/; Omegna, 23 ottobre 1920 – Roma, 14 aprile 1980), è stato uno scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano. È l’unico scrittore italiano ad aver vinto il Premio Hans Christian Andersen (1970). (leggi ancora)

Pojďme si společně číst

Jednou v Cesenaticu u moře se stal kolotoč. Celkem měl šest dřevěných koní a šest vybledlých červených džípů pro děti modernějšího vkusu.

L’ometto che la spingeva a forza di braccia era piccolo, magro, scuro, e aveva la faccia di uno che mangia un giorno sì e due no. Insomma, non era certo una gran giostra, ma ai bambini doveva parere fatta di cioccolato, perchè le stavano sempre intorno in ammirazione e facevano capricci per salirvi.

“Cos’avrà questa giostra, il miele?” si dicevano le mamme. E proponevano ai bambini: “Andiamo a vedere i delfini nel canale, andiamo a sederci in quel caffè coi divanetti a dondolo”.
Niente: i bambini volevano la giostra.

Una sera un vecchio signore, dopo aver messo il nipote in una jeep, salì lui pure sulla giostra e montò in sella a un cavalluccio di legno. Ci stava scomodo, perchè aveva le gambe lunghe e i piedi gli toccavano terra, rideva.

Ma appena l’ometto cominciò a far girare la giostra, che meraviglia: il vecchio signore si trovò in un attimo all’altezza del grattacielo di Cesenatico, e il suo cavalluccio galoppava nell’aria, puntando dritto il muso verso le nuvole. Guardò giù e vide tutta la Romagna, e poi tutta l’Italia, e poi la terra intera che si allontanava sotto gli zocccoli del cavalluccio e ben presto fu anche lei una piccola giostra azzurra che girava, girava, mostrando uno dopo l’altro i continenti e gli oceani, disegnati come su una carta geografica.

“Dove andremo?”, si domanda il vecchio signore. In quel momento gli passò davanti il nipotino, al volante della vecchia jeep rossa un po’ stinta, trasformata in un veicolo spaziale. E dietro a lui, in fila, tutti gli altri bambini, tranquilli e sicuri sulla loro orbita come tanti satelliti aritificiali.

L’omino della giostra chissà dov’era, ormai; però si sentiva ancora il disco che suonava un brutto cha-cha-cha: ogni giro di giostra durava un disco intero.
“Allora il trucco c’era”, si disse il vecchio signore.
“Quell’ometto dev’essere uno stregone”.

E pensò anche: “Se nel tempo di un disco faremo un giro intero della terra, batteremo il record di Gagarin”.
Ora la carovana spaziale sorvola l’Oceano Pacifico con tutte le sue isolette, l’Australia coi canguri che spiccavano salti, il Polo Sud, dove milioni di pinguini stavano con naso per aria.

Ma non ci fu il tempo di contarli: al loro posto già gli indiani d’America facevano segnali col fumo, ed ecco i grattacieli di Nuova York, ed ecco un solo grattacielo, ed era quello di Cesenatico.

Il disco era finito. Il vecchio signore si guardò intorno, stupito: era di nuovo sulla vecchia, pacifica giostra in riva all’Adriatico, l’ometto scuro e magro la stava frenando dolcemente, senza scosse.

Il vecchio signore scese traballando.
“Senta, lei”, disse all’ometto. Ma quello non aveva tempo di dargli retta, altri bambini avevano occupato i cavalli e le jeep, la giostra ripartiva per un altro giro del mondo.
"Povězte mi to," opakoval starý pán trochu podrážděně.

Mužíček se na něj ani nepodíval. Jak tlačil kolotoč, bylo vidět, jak veselé tváře dětí obcházejí kolem dokola a hledají své rodiče, stojí v kruhu, všichni s povzbudivým úsměvem na rtech.

Čaroděj, ten dvoubitový mužíček? Kouzelný kolotoč, to legrační vratké auto za zvuku špatné cha-cha-cha.

„No tak,“ uzavřel starý muž, „bude lepší, když o tom nikomu neřekneš. Možná by se mi za zády smáli a říkali: Copak nevíš, že v tvém věku je nebezpečné jezdit na kolotoči, proč se ti točí hlava?

Poslouchejme společně

mamma legge la fiaba
Pohádky na dobrou noc
Kolotoč Cesenatico
Loading
/

Buonanotte e sogni d’oro da Francesca Ruberto ♥


Darujte svých 5x1000 našemu sdružení
Nic vás to nestojí, pro nás to má velkou cenu!
Pomozte nám pomoci malým onkologickým pacientům
píšete:93118920615

Poslední články

il pane di vita
17. dubna 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17. dubna 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17. dubna 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
17. dubna 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…
Udienza Generale del 17 aprile 2024
17. dubna 2024
Generální audience 17. dubna 2024

Připravované akce

×