Tempo di lettura: 4 minuti

Sogni d’oro e buonanotte amore mio

Ciao a tutti voi amici miei, di Eugenio e di tutti i bambini del mondo.

Leggiamo insieme

Cleia era una fatina bellissima nata dall’amore della Luna e del Mare.

Mamma Fata Verde aveva avuto il compito di crescerla e di insegnarle tutte le magie di cui era capace.

La dolce mamma aveva preso dei grossi batuffoli di cotone con cui aveva riempito sacchi di diverse forme… Aveva realizzato piramidi, tappeti, scivoli, scalette e lì, in tutta sicurezza, la piccola Cleia imparava a camminare, a saltare e a volare.

Le aveva procurato libri pieni di colori, con tutte le forme del mondo e di innumerevoli materiali!

Raccontavano le piante, gli animali e tanti oggetti diversi. C’erano anche libri ricchi di personaggi fantastici come l’Arca Balena, il Coccodrillo Deejay e le scimmiette dispettose! 

Mamma fata aveva realizzato strumenti musicali come chitarre, tamburi e xilofoni colorati e non le faceva mai mancare la musica e l’armonia dei suoni durante tutta la giornata.

Le aveva anche fatto costruire una draisina per imparare ad andare in bici e la piccola Cleia già sfrecciava sulle due ruote come un fringuello in volo… 

Le cucinava ogni tipo di verdura e le preparava ogni tipo di pietanza che conosceva. Le faceva mangiare frutta a volontà e ogni tanto sfoderava uno dei suoi memorabili dolci realizzato con tutto l’amore di cui era capace.

Le parlava, le raccontava notizie, storie e favole di tutte le culture… E la fatina iniziava a conoscere il mondo e a costruire il proprio.

Quando arrivava la sera la dolcissima Fata Verde era veramente molto stanca e anche la piccola Cleia chiudeva molto presto i suoi occhi del colore del mare.

Trascorrevano poche ore e la piccola fatina spalancava gli occhi di nuovo. E tutte le volte, anche se la meravigliosa Fata Verde aveva bisogno di dormire, dolcemente e con tanta pazienza accudiva sempre la piccola Cleia. 

Capitava che avesse sete, il mal di pancia o qualche paura da affrontare… 

Dormendo rivedeva le cose che aveva vissuto nel sottobosco durante la giornata e nel sonno scovava luci e colori nuovi, voci e suoni diversi e anche alcuni dettagli che non aveva colto da sveglia..

A volte sognava e si divertiva, a volte sognava e si spaventava. A volte si arrabbiava anche! 

Così d’improvviso si svegliava, si alzava dal letto e….

 “Mamma Faaataaaaaaa! Mamma Faaataaaaaaa!” 

Le notti insonni diventarono settimane, mesi… 

Mamma Fata Verde le aveva provate tutte per far dormire Cleia tutta la notte: il gioco per stancarla, la musica per accompagnarla, gli infusi di camomilla per rilassarla, ma niente da fare, la piccola pareva non volerne sapere… 

Colta dallo sconforto un giorno la Fata andò da Madre Natura, le raccontò l’origine del suo stato d’animo e le chiese consiglio… 

Madre Natura la abbracciò con un vento caldo e avvolgente e disse…

“Dolcissima mamma Fata, anche tu sei stata piccola e dovresti ricordare le tue notti… Vedrai che il tempo e i tuoi ricordi ti permetteranno di stare meglio…”

Fu così che la Fata Verde mentre tornava da Cleia pensò alla sua prima infanzia e a quando si svegliava per il mal di pancia, per il mal di denti, per qualche brutto pensiero o qualche sogno emozionante… 

E le venne in mente che Mamma Fata Formica in quei momenti la prendeva e la stringeva a sé…

Le bastava sentire la sua mamma li vicino a sé e sapere che stava bene per addormentarsi serenamente. Così facendo in pochi minuti prendeva sonno, sicura che fosse tutto a posto. 

D’altronde ancora oggi quando non riusciva a dormire si rassicurava pensando agli abbracci della sua Mamma Fata Verde! 

Da quella sera seppe cosa fare con la Fatina Cleia anche di notte! E con il tempo la situazione migliorò sempre di più. La pazienza di cui essere dotati era sempre tanta, ma le ore di sonno furono molte di più… 

Presto arrivò un giorno in cui un bacio della mamma era sufficiente per dormire sogni tranquilli. Un bacio e una piccola rassicurazione… 

“Buonanotte Cleia, Amore mio… La mamma è sempre vicina al tuo cuore…”

fonte © favoledellabuonanotte.com

Vi auguro un buon ascolto e una meravigliosa notte di riposo
Ciao dalla vostra sorellina Francesca ♥️

Ascoltiamo insieme

mamma legge la fiaba
Le favole della buonanotte
Buonanotte amore mio
Loading
/

Aiutaci ad aiutare!

Buonanotte amore mio 7
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

Ultimi articoli

Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024
Eugenio e Nicola in palestra
12 Aprile 2024
Preghierina del 12 aprile 2024
moscerini al tramonto in un campo fiorito
12 Aprile 2024
Un’armonia mi suona nelle vene
persone camminano
12 Aprile 2024
Dammi tempo!
Pane spezzato
12 Aprile 2024
La Parola del 12 aprile 2024

Eventi in programma

×