Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

commento di Mt 13,31-35, a cura di Pietre Vive (Roma)


In ogni seme piccolo dorme una pianta grande,
giganti chiusi in un piccolo posto,
dentro i pinoli i pini, le querce nelle ghiande,
in ogni seme un albero nascosto,
ma non l’albero intero di foglie e rami e legno.
Basta tenerlo in mano per capirlo,
nel seme c’è il racconto, nel seme c’è il disegno,
che terra e cielo leggono per costruirlo.

Bruno Tognolini, Filastrocca dei semi

Mi preparo

Chiudo gli occhi,
mi concentro sul momento presente,
libero la mente da preoccupazioni e pensieri,
esprimo interiormente il mio desiderio di stare alla presenza del Signore

Entro nel testo (Mt 13,31-35)

In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola: «Il regno dei cieli si può paragonare a un granellino di senapa, che un uomo prende e semina nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande degli altri legumi e diventa un albero, tanto che vengono gli uccelli del cielo e si annidano fra i suoi rami». Un’altra parabola disse loro: «Il regno dei cieli si può paragonare al lievito, che una donna ha preso e impastato con tre misure di farina perché tutta si fermenti». Tutte queste cose Gesù disse alla folla in parabole e non parlava ad essa se non in parabole, perché si adempisse ciò che era stato detto dal profeta: Aprirò la mia bocca in parabole, proclamerò cose nascoste fin dalla fondazione del mondo.

Mi lascio ispirare

Chiunque di noi si sia cimentato nel voler far crescere qualcosa, ma anche chi non l’ha mai fatto (provate almeno una volta!), si è accorto che il seme, qualunque seme, è “naturalmente” molto più piccolo della pianta che da esso nascerà… fino ad arrivare allo “straordinario contrasto” tra il seme della pianta di sesamo e l’arbusto che nasce.

Per chi non lo avesse mai visto, vi assicuro che è davvero un seme piccolissimo (1, massimo 2 millimetri), ma «una volta cresciuto, è più grande degli altri legumi e diventa un albero, tanto che vengono gli uccelli del cielo e si annidano fra i suoi rami».

Oggi Gesù parla portando delle immagini della vita comune di quel periodo, ma valida ancora oggi: la forza, la grandezza e la protezione di un albero per gli uccelli che cercano riparo, nascosta nella piccolezza/fragilità e semplicità di un seme.

Quante volte ci siamo resi conto del potere e della grandezza che hanno le piccole cose: un sorriso, una mano tenuta, un aiuto donato, una parola di conforto, una piccola donna col sari bianco con una striscia azzurra in India… non sono forse tutti semi di quel Regno di Dio già qui tra noi?

E quanta grandezza hanno creato questi piccoli semi che qualcuno ha piantano nel terreno del nostro cuore (Dio in primis), e che noi, a nostra volta, abbiamo magari piantato nel cuore del nostro prossimo? A questa domanda possiamo rispondere dei semi piantati nel nostro cuore: è l’esperienza del Regno di Dio dei piccoli semi di amore qui e ora che sperimentiamo che ci permette di essere, a nostra volta, seminatori del Regno che Gesù, seme-chicco di grano, morto e Risorto, ci ha mostrato.

E che dire del lievito, una sostanza che, in piccole quantità (come il sale), si scioglie/perde dentro la “farina” per farla crescere e sfamare: anche in questo caso, si crea qualcosa di grande da qualcosa di piccolo purché si compenetri sciogliendosi come l’Amore.

Forse se cominciassimo a considerare le piccole cose che ci circondano come semi del Regno Di Dio, forse potremmo “trovare Dio (e farlo trovare) in tutte le cose” come suggerisce santʼIgnazio.

Pietre Vive (Roma)

Immagino

Provo a visualizzare la scena, il luogo in cui avviene, i personaggi principali, le parole che si scambiano, il tono delle voci, i gesti. E lascio affiorare il mio sentire, senza censure, senza giudizi.

Rifletto sulle domande

Quando hai trovato rifugio sull’albero della Croce, tra le braccia di Gesù?

Se tu fossi un seme di una pianta/albero, quale vorresti essere? Per portare quale frutto del Regno di Dio?

Da quale seme, secondo la tua esperienza, può venir fuori l’immagine del Regno di Dio? Prova oggi a seminarlo intorno a te…

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

fonte © GET UP AND WALK

0 0 voti
Valuta l'articolo

Da leggere:

Morte

La paura della morte e il conseguente tentativo di salvarci...
primo piano Eugenio in auto

Primo anniversario nascita al cielo

Alle ore 11 del 17 ottobre 2020 tu, Eugenio Ruberto,...
la luce di Eugenio

Commento al Vangelo del 17 ottobre 2021

Dal cuore di Trastevere in Roma, dalla Chiesa di Santa...

Pane vero

Non lasciate che il mondo vi sottragga il paniere della...

Radici

Occorre vivere come le radici degli alberi con il coraggio...
infinito

Che nessuno si perda

commento di Lc 12, 1-7, a cura di Lino Dan SJ...

Prendimi come sono

Signore,prendimi come sono,con i miei difetti,con le mie mancanze;ma fammi...

Opere

Credere? Certo, crediamo, badando che il credere sviluppi opere di...
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Ultimi appunti

Morte
17 Ottobre 2021
primo piano Eugenio in auto
Primo anniversario nascita al cielo
17 Ottobre 2021
La Parola del 17 ottobre 2021
17 Ottobre 2021
casetta di Eugenio
Preghierina del 16 ottobre 2021
16 Ottobre 2021
La sirenetta
La Sirenetta – seconda parte
16 Ottobre 2021

Eventi in programma

Pubblicità

Sponsor
0
Mi piacerebbe un tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x