Martedì fra l’Ottava di Pasqua

Atti degli Apostoli 2,36-41.

Nel giorno di Pentecoste, diceva Pietro ai Giudei: “Sappia dunque con certezza tutta la casa di Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!”.
All’udir tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: “Che cosa dobbiamo fare, fratelli?”.
E Pietro disse: “Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo.
Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro”.
Con molte altre parole li scongiurava e li esortava: “Salvatevi da questa generazione perversa”.
Allora coloro che accolsero la sua parola furono battezzati e quel giorno si unirono a loro circa tremila persone.

Salmi 33(32),4-5.18-19.20.22.

Retta è la parola del Signore
e fedele ogni sua opera.
Egli ama il diritto e la giustizia,
della sua grazia è piena la terra.

Ecco, l’occhio del Signore veglia su chi lo teme,
su chi spera nella sua grazia,
per liberarlo dalla morte
e nutrirlo in tempo di fame.

Leggi anche:  La Parola del 29 novembre 2020

L’anima nostra attende il Signore,
egli è nostro aiuto e nostro scudo.
Signore, sia su di noi la tua grazia,
perché in te speriamo.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 20,11-18.

In quel tempo, Maria stava all’esterno vicino al sepolcro e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro
e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù.
Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove lo hanno posto».
Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù che stava lì in piedi; ma non sapeva che era Gesù.
Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Essa, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove lo hai posto e io andrò a prenderlo».
Gesù le disse: «Maria!». Essa allora, voltatasi verso di lui, gli disse in ebraico: «Rabbunì!», che significa: Maestro!
Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma và dai miei fratelli e dì loro: io salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro».
Maria di Màgdala andò subito ad annunziare ai discepoli: «Ho visto il Signore» e anche ciò che le aveva detto.

Leggi anche:  La Parola del 21 febbraio 2021

Sant’Agostino (354-430)

vescovo d’Ippona (Africa del Nord) e dottore della Chiesa1° discorso per il Giovedì Santo, Morin Guelferbytanus 13 ; PLS 2, 572

“Io salgo al Padre mio e Padre vostro”

“Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre”. Cosa dire? Che si trattiene meglio Cristo con la fede piuttosto che con la carne. Trattenere Cristo per fede, è possederlo in verità. Così la donna che soffriva di emorragie: si avvicina a Cristo, piena di fede, e ne tocca il vestito. (…) E il Signore, in mezzo alla folla, avverte solo questa donna (…) perché lei ha creduto (Mc 5,25ss). Oggi, fratelli miei, Gesù è in cielo. Quando stava con i discepoli, ed era rivestito di carne visibile e possedeva un corpo tangibile, lo si vedeva, lo si toccava. Ma oggi che siede alla destra del Padre, chi di noi può toccarlo? Eppure, guai a noi se non lo tocchiamo. Tutti lo tocchiamo, se crediamo. Lui è in cielo, è lontano, e le distanze che lo separano da noi non sono misurabili. Ma credi, tu lo tocchi, lo possiedi. Che dico? Tu lo tocchi? Se credi, tu hai accanto a te colui in cui credi. (…) Volete sapere come Maria voleva toccarlo? Lei lo cercava morto e non credeva che dovesse risorgere: “Hanno portato via il Signore dal sepolcro” (Gv 20,2). Lei piange un uomo (…). “Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre. Tu mi trattieni prima che sia salito al Padre, e non vedi che un uomo in me. Che ti dà questa fede? Lasciami salire al Padre. Io non l’ho mai lasciato, ma ci salirò per te, se tu mi credi uguale al Padre.” Nostro Signore Gesù cristo non ha lasciato il Padre, quando è disceso da presso di Lui. E quando è risalito da presso di noi, non ci ha più abbandonati. Poiché al momento di salire e di sedere alla destra del Padre, così lontano, ha detto ai discepoli: “Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20).

Post precedenteProssimo Post

Da leggere

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Gli ultimi appunti

domenica in albis
Preghierina del 11 aprile 2021
11 Aprile 2021
la gallina dalle uova d'oro
La gallina dalle uova d’oro
11 Aprile 2021
persone in difficoltà
Persone in difficoltà
11 Aprile 2021

Archivi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in privacy settings.
AccettaPrivacy Settings

lucchetto

  • Informativa

Informativa

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: