Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Gàlati
Gal 3,1-5


 
O stolti Gàlati, chi vi ha incantati? Proprio voi, agli occhi dei quali fu rappresentato al vivo Gesù Cristo crocifisso!
Questo solo vorrei sapere da voi: è per le opere della Legge che avete ricevuto lo Spirito o per aver ascoltato la parola della fede? Siete così privi d’intelligenza che, dopo aver cominciato nel segno dello Spirito, ora volete finire nel segno della carne? Avete tanto sofferto invano? Se almeno fosse invano!
Colui dunque che vi concede lo Spirito e opera portenti in mezzo a voi, lo fa grazie alle opere della Legge o perché avete ascoltato la parola della fede?

Leggi anche:  La Parola del 10 ottobre 2020

VANGELO DEL GIORNO

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 11,5-13
 
In quel tempo, Gesù disse ai discepoli:
 
«Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”, e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono.
Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».

Leggi anche:  La Parola del 2 ottobre 2020

PAROLE DEL SANTO PADRE

Il Signore ci ha detto: “chiedete e vi sarà dato”. Prendiamo anche questa parola e abbiamo fiducia, ma sempre con fede e mettendoci in gioco. E questo è il coraggio che ha la preghiera cristiana: se una preghiera non è coraggiosa non è cristiana. (Santa Marta, 12 gennaio 2018)

Precedente articoloProssimo articolo

Articoli collegati

Gli ultimi appunti

la casa
Preghierina del 15 gennaio 2021
15 Gennaio 2021
folletto e temporale
Il folletto e il temporale
15 Gennaio 2021
Eugenio alla partita di basket
La tua passione
15 Gennaio 2021

Archivio

Eventi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni privacy.
AccettaImpostazioni privacy

GDPR

  • consenso cookie
  • Consenso alla pubblicazione

consenso cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.

Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.

Consenso alla pubblicazione

Scrivendo la tua testimonianza, accetti che i responsabili editoriali del sito web www.eugenioruberto.it pubblichino la tua testimonianza.