C’è chi pensa – Gen Verde

C’è chi ci pensa

C’è qualcosa che non capisco.
Non mi è chiaro. Non so…

Ma che storia è questa storia che ci fanno sentire?
Io vorrei vorrei sapere come andrà a finire!
Se un segreto c’è lo vogliamo scoprire.
Qui la roba arriva arriva, ma che vuol dire?
Olio, riso, patate, caffè, farina,
sacchi da riempirci tutta la cantina,
gente che viene, gente che va,
gente che porta, che prende e che dà.

Dico dove l’han pescata quella giacca da uomo
per quel povero vecchietto
che sta in via del duomo?
E le scarpe, le scarpe quarantatré
alla faccia della guerra! Si sa com’è!
Che non le trovi mica dentro un fosso
o sotto un sasso
e guarda adesso quelle
che senza soldi te le trovano e belle!
E mele e uova, questa è proprio nuova!
E se le interroghi ti rispondono: prova!

Dico a voi! Chi?
Proprio a voi! Sì?
Ma qui non s’è mai vista una cosa così così
ma che succede, che succede qui?

Vorrei capire dare!
Ma che vuol dire? dare!
Mi vuoi spiegare dare, vuoi provare?
A dare? dare senza aver paura
di restare senza
e stai sicura
che c’è chi ci pensa.

Zucchero, vino, coperte, pane, verdura, cioccolato
ma ci avranno la licenza poi per fare il mercato?
E tutta quella gente che prende, che dà, che dà
molto interessante! Come diavolo fa!

Son curiosa di sapere com’è dare! dare!
E non dirmi che non si deve pagare!
Ehi! Dico a voi! dare! dare!
Potreste essere più chiare con noi no?
Se uno che ha qualcosa lo dà a chi non ce l’ha
che rivoluzione sì che scoppia qui in città!
Io non ci credo nei miracoli, ma è sorprendente
tra voi non c’è chi non ha niente?

Vorrei capire dare!
Ma che vuol dire? dare!
Mi vuoi spiegare dare, vuoi provare?
A dare? dare non pensare
questo è tuo, è mio
dare dare
apre le mani di Dio.
Dare non pensare questo è tuo, è mio
dare dare apre le mani di Dio.

Scrivi un commento...