Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Venivo fuori da un divorzio, consensuale si, ma sempre divorzio, dove vedi svanire il sogno della tua vita. Quello di percorrere il viaggio sulla terra con la persona che ami. Dividere con lei la tua vita le tue visioni, il tuo essere.

E la persona che io amavo l’ho tenuta stretta nella mia vita per quasi 15 anni, tra conoscenza, fidanzamento, e poi 4 anni di matrimonio.

Io sempre realista e umile, schietto, amante delle cose semplici e genuine, cercavo il dialogo, la sincerità, la stima, l’amore, l’amore puro, l’amore sublime, l’amore ideale.

Dopo tanto peregrinare tra maschere, belle maschere, persone vuote, donne imbambolate, donne non in cerca d’amore ma in cerca di marito, in onore dell’apparenza, ho conosciuto Giuseppina.

Leggi anche:  Prenditi cura

Mi ha colpito di lei la semplicità: un giorno andammo a San Pasquale e lei era in ciabatte, eleganti ma pur sempre ciabatte, e non come oggi è solito fare in tacco 12.

Io adoro le donne in tailleur, con il tacco 12, ma con il cuore gentile, aperto, umile.

Ed è stata la scintilla: l’amore.

L’amore vero, l’amore di fuoco, l’amore che infiamma le due anime a generare Eugenio.

Eugenio ha sangue meridionale, ma il concepimento è avvenuto tra Venezia, dove io e Giuseppina trascorrevamo molte ore in camera a cenare, a lume di abat-jour la famosa e tostissima “pinza veneziana”

E a Trieste, dove trascorremmo dei giorni meravigliosi a casa di mia cugina Nunzia e suo marito Adriano. Giorni indimenticabili, segnati da amore, e amore e amore.

Leggi anche:  Fantastica giornata

Eugenio è il frutto del nostro amore, di tutto il nostro amore.

Ed oggi il frutto del nostro amore è schiavo del suo cancro, che ogni giorno lo divora.

Ogni giorno i suoi ricordi diventano sempre più labili: stamattina alle 5, vedendolo assente per pochi secondi, gli ho chiesto “ti ricordi chi sono io?” e lui imbronciato ma comunque felice della mia domanda, mi risponde: “papino mio”

Ogni volta che lo accompagno in bagno, lo aiuto a fare pipì, poi lo lavo per bene, lo detergo a puntino e gli cambio la biancheria, mi dice “grazie”.

E mi dice grazie anche tutte le volte che lo aiuto a sedersi in poltrona, e lo aiuto a sedersi a tavola, e gli taglio la carne, e gli metto l’acqua nel bicchiere, e gli pulisco le labbra dopo aver mangiato. E’ un grazie continuo. E’ bello!

Leggi anche:  Grande Raccordo d'Amore

Ed io tutte le volte gli rispondo “grazie a te che ci sei, sei il motivo della mia vita!”

Gli chiedo sempre: “mi vuoi bene?” e lui “si tantissimo”

ed io “tu mi lascerai mai?”

“No, mai!” mi risponde

Io: “Staremo sempre insieme?”

e lui: “si, sempre insieme!

Si Eugenio, noi staremo sempre insieme, il tuo papà non ti lascerà mai, mai!

Precedente articoloProssimo articolo

Articoli collegati

Gli ultimi appunti

Gesù e il paralitico
La Parola del 15 gennaio 2021
15 Gennaio 2021
Madonnina di Eugenio
Preghierina del 14 gennaio 2021
14 Gennaio 2021
chicco di grano
Il chicco di grano
14 Gennaio 2021

Archivio

Eventi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni privacy.
AccettaImpostazioni privacy

GDPR

  • consenso cookie
  • Consenso alla pubblicazione

consenso cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.

Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.

Consenso alla pubblicazione

Scrivendo la tua testimonianza, accetti che i responsabili editoriali del sito web www.eugenioruberto.it pubblichino la tua testimonianza.