Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Login

Registrati

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome/Azienda*
Email*
Telefono*
Indirizzo e informazioni fiscali
Nazione*
* Creando il tuo nuovo account accetti i nostri Termini di servizio e Privacy policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già registrato?

Login

Sono le 16.30 del 28 giugno 2020, sono al mio notebook immerso nella natura di San Giovanni Rotondo (FG), a casa di San Pio da Pietrelcina, dove dal 28 luglio 1916 è diventata la sua seconda dimora terrena.

Dopo una serena cena con mio fratello Gilberto e mia cognata Mariant, che ha donato una meravigliosa pianta a Giuseppina per il suo compleanno, ci avviamo in camper per trascorrere la notte.

La nottata è trascorsa tranquilla: via Loffredo si è dimostrata più tranquilla e meno chiassosa di quello che pensavo. Eugenio ha dormito pacifico nel suo lettino al primo piano del castello, Giuseppina al piano terra del castello, io e Francesca nel matrimoniale in mansarda.

Leggi anche:  Preghierina del 21 ottobre 2020

Caldo si, ma non eccessivo, visto che abbiamo tenuto aperto ogni possibile finestrino dotato di zanzariera.

Alle 8.30 siamo già tutti svegli, meno che Francesca che sonnecchia ancora un pò. Lavati e vestiti di tutto punto, raggiungiamo nonna Rosaria per porgerle il nostro saluto, il nostro arrivederci, così si sentirà meno sola in questo periodo in cui speriamo di viaggiare un pò.

Alle 10 Eugenio prende le miracolose pilloline di Ponatinib. Arriviamo anche al cimitero di Foggia dove riposa in pace il mio papà, Eugenio Lucio.

Ci avviamo per San Giovanni Rotondo, dove ci attende San Pio. Eugenio è frizzante al mio fianco a farmi da copilota. Ammira il panorama, incantato e con gli occhi strabuzzanti di felicità.

Leggi anche:  3:37

Alle 11.40 parcheggiamo il camper al parking “Lo Chalet”, ampio parcheggio dotato di tutti i comfort del caso.

Giusto il tempo di sistemare un pò il camper ed annessi, prendiamo al volo l’ottimo servizio di navetta gratuito fornito dallo stesso “Lo Chalet” che ci porta fin su alla chiesa nuova.

Scendiamo giù sotto alla tomba di San Pio, coperta da un drappo. Ma l’intensità del luogo è talmente viva e pregnante che nessun velo o drappo riescono a scalfire l’ardore della nostra fede in San Pio.

Qualche foto turistica, come di buona norma, per dare un tocco di vita terrena alla sacralità del luogo.

Leggi anche:  15 settembre 2019, Domenica

Alle 13.50 decidiamo di tornare al camper, perchè Eugenio segnala i primi cedimenti, la temperatura di alza oltre i 35° e non vogliamo assolutamente forzare la mano.

Una fresca a frizzante CocaCola, l’ottimo gateau di patate impacchettato e fornitoci da nonna Rosaria, una fresca e nutriente insalatona di pomodori, tonno e mais, ritemprano il corpicino stanco di Eugenio, e anche il nostro affamato.

Adesso sono le 17.15, Eugenio dorme ancora ed io continuo a godermi la pace e la natura di questo posto, che profuma di Santità.

Un uccellino cerca di parlarci.

Precedente articoloProssimo articolo

Articoli collegati

Gli ultimi appunti

Dio vince
Dio vince il male
14 Gennaio 2021
Gesù e il lebbroso
La Parola del 14 gennaio 2021
14 Gennaio 2021
Paradiso
Preghierina del 13 gennaio 2021
13 Gennaio 2021

Archivio

Eventi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni privacy.
AccettaImpostazioni privacy

GDPR

  • consenso cookie
  • Consenso alla pubblicazione

consenso cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.

Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.

Consenso alla pubblicazione

Scrivendo la tua testimonianza, accetti che i responsabili editoriali del sito web www.eugenioruberto.it pubblichino la tua testimonianza.