Capodanno

Sia chiaro, ieri non ci hanno detto che Eugenio è salvo e che è tutto passato. La strada è tanta, ancora analisi, ancora terapie, ancora consulti ci aspettano, ma almeno ci hanno dato quella speranza che aspettavamo, quel sollievo del quale avevamo bisogno per curare le angosce, le tensioni di questi mesi.

Sapere che tanti eravate lì in attesa con noi, aspettavate silenziosi un nostro cenno, ci ha riempito ancora di più di gioia.

“Siiiiiiiii”, “La gioia non mi fa dormire, ma va bene così”, “Stasera siamo tutti con Eugenio”, “1,2,3, Eugenio” “Eugenio ha Dio dentro” … sono solo alcuni dei tanti messaggi che hanno fatto seguito alla notizia della recessione dei vari focolai. Si, la radioterapia ha fatto il suo lavoro, e non era scontato… le dottoresse erano state molto chiare, loro non ci speravano tanto. Già, loro che fanno riferimento ai dati statistici, ai farmaci e ai parametri, come è giusto che sia; ma loro ci hanno anche detto, sin dall’inizio, che Eugenio ha sconvolto tutte le statistiche, a partire dal primo intervento.

Noi crediamo che Dio è stato “assediato” dalle nostre e vostre preghiere; che Maria ha ricevuto talmente tante richieste di grazie per Eugenio; che San Pio, che San Giuseppe Moscati, che tutti i Santi Protettori chiamati in causa si sono mossi a compassione per le tante suppliche ricevute che non hanno potuto negare a noi tutti la speranza.

“Aiutati, che Dio ti aiuta”. Ecco, con le preghiere di tutti noi, questo abbiamo chiesto (e continueremo a chiedere). L’aiuto, per superare gli ostacoli, per vivere ogni momento di questa avventura con la consapevolezza che Dio è con noi. Lui solo può aiutare, Lui solo può essere la fonte che illumina il lavoro dei dottori, Lui solo può suggerire ai nostri cuori il modo migliore per ottenere la grazia.

E allora, con la certezza che Dio c’è, ed è con noi sempre, viviamo questo giorno come un nuovo Capodanno; per noi, e sono certa anche per tutti voi.

Cappella di San Onofrio in OPBG
Cappella del Bambino Gesù Gianicolo

2 risposte a “Capodanno”

    1. Nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia, ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore, ci sono giorni pieni di lacrime; ma poi ci sono giorni pieni d’amore che ci danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni.
      Non mollate! Forza Eugenio.

Scrivi un commento...