Eugenio delle meraviglie

Talvolta Dio si manifesta in modi, opere, suoni, colori a noi, piccoli e spesso ottusi esseri umani, inconcepibili e straordinari.

Venerdì 13 settembre, alle 9 circa, sono iniziate queste manifestazioni, con dei cosi strani, chiamati ependimoni, all’interno del cervello di Eugenio.

E queste manifestazioni stanno ancora in giro per il corpo tredicenne di Eugenio.

Ecco ora le meraviglie di queste manifestazioni.

La nostra famiglia si è ricongiunta nella fede e nell’amore con amici persi. Gioia pura!

La famiglia Ruberto, quella dei nonni fondatori di Foggia, oggi sparsi per tutto il mondo, si è riunita come se fossimo tutti nella stessa casa e, batte all’unisono lo stesso cuore. E dopo 40 anni ci riuniamo con cugini e cugine nello stesso sentimento per Eugenio. Cuore, tutto cuore!

Ecco la meravigliosità: trovare la gioia, sempre e comunque.

Scrivi un commento...