Ciao Remigio, ciao Giuseppina, ho preso coraggio (come dice mia figlia) e vi scrivo, vi ho conosciuto così per caso grazie alla maestra Rosaria, la quale mi chiese di insegnare ai proprio alunni “il sirtaki”, e lì ho conosciuto il vostro splendido Eugenio, un ragazzo d’oro, quando arrivavo subito correva verso di me per salutarmi, il suo sorriso a “100 denti” sul volto, proprio un bimbo pieno di energia, di felicità… quando ho letto il post su Facebook che si era sentito poco bene subito ho chiamato la maestra Gabriella, poi la maestra Rosaria, per chiedere informazioni, ero preoccupata e volevo delle notizie certe e le ho avute, rabbrividii perché tutto mi aspettavo tranne che una notizia così… da quando vi ho conosciuto ho subito pensato tra me e me che siete una splendida famiglia e oggi ne ho ancora di più la conferma, Dio deve proteggere tutti voi e darvi tanta forza necessaria per superare questo momento, e sono sicura che Eugenio è forte, un guerriero e ne uscirà vincitore… vi sono vicina con tutto il mio cuore…

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Ultimi appunti pubblicati

11vetrata con la Sacra Famiglia
Regno senza fine
19 Gennaio 2022
11primo piano Eugenio nella vasca da bagno
La tenerezza dell’amore di Dio
19 Gennaio 2022
11Papa Francesco udienza del 19 gennaio 2022
Catechesi su San Giuseppe: 8. San Giuseppe padre nella tenerezza
19 Gennaio 2022
11Eugenio e Nicola in palestra
Amici veri
19 Gennaio 2022
11San Remigio di Reims
San Remigio
19 Gennaio 2022

Pubblicità

Sponsor
0
Mi piacerebbe un tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x